Rome Tennis Academy -

Matteo Berrettini - Foto Ray Giubilo
Matteo Berrettini - Foto Ray Giubilo

ATP 250 Sofia, Berrettini supera Khachanov e vola ai quarti

La vittoria più importante in termini di ranking. Matteo Berrettini estromette la testa di serie n. 1, Karen Khachanov, con il punteggio di 6-7 6-3 6-4 ed approda ai quarti di finale del torneo ATP 250 di Sofia.
Una prestazione maiuscola, in particolar modo sotto il profilo della solidità e della concentrazione nei momenti chiave del match. Dopo i successi ai danni di Jack Sock (Wimbledon 2018) e Roberto Bautista Agut (Gstaad 2018), Berrettini centra il terzo successo in carriera ai danni di un top 20.

L’azzurro parte con il freno a mano tirato e subisce il break nel quarto gioco del primo set. Il russo è bravo a tenere alta la percentuale di prime aggredendo, quando possibile, la seconda di servizio dell’avversario. Il destino del primo parziale, però, è solo apparentemente segnato. Matteo strappa il servizio a Khachanov proprio nel momento decisivo e salva un set point nel gioco successivo, prima di cedere al tie-break per 8 punti a 6.
Il secondo set inizia sotto i migliori auspici. Berrettini tiene subito a zero la battuta (saranno solo tre i punti persi al servizio) e nel sesto gioco piazza l’allungo decisivo che in appena trentadue minuti lo porta in situazione di parità.
La striscia positiva prosegue nel terzo set. Il tennista romano ottiene il break nel terzo gioco e tiene i due successivi turni di battuta, prima di annullare una sanguinosa palla break in sul punteggio di 4-3. Il russo tenta il tutto per tutto fino all’ultimo ma al secondo match point è costretto ad alzare bandiera bianca.

Venerdì, nei quarti di finale, il match con il vincente della sfida fra Marius Copil e Fernando Verdasco.

Questo sito prevede l‘utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioniOK